Nuova gamma X2: il McCormick compatto diventa Stage V

L’ultima novità in Casa McCormick si chiama X2, ed è la nuova gamma compatta capace di una profonda evoluzione nella motorizzazione, che passa dallo Yanmar Tier 3 delle precedenti serie al Kohler emissionato Stage V.

I due modelli della gamma, X2.055 e X2.060, grazie ai motori da 1,9 litri, 3 cilindri, turbo aftercooled raggiungono una potenza massima rispettivamente di 49 e 57 cavalli (ISO) con coppie massime di 180 e 200 Nm già disponibili a 1200 giri/minuto.

Il passaggio all’emissione Stage V non ha comportato un aumento dell’altezza del cofano, come si poteva presupporre, grazie alle capacità progettuali in ricerca e sviluppo di Argo Tractors che ha saputo mettere a punto un sistema di trattamento dei gas di scarico a lato del cofano. In questo modo, la visibilità dell’operatore rimane ottimale, permettendo maneggevolezza e comfort per il guidatore e un’estrema duttilità di utilizzo per il trattore, che risulta adatto sia per le lavorazioni specialistiche in agricoltura, sia per le operazioni di municipalità, come lo sfalcio dell’erba e le manutenzioni periodiche del verde pubblico o, ad esempio, la cura dei campi da golf.

X2 si caratterizza anche per un family feeling rinnovato ed in linea con lo stile McCormick, ad esempio nel cofano che include specifiche branchie laterali che apportano vantaggi in termini di raffreddamento oltre che miglioramento nel design.

Tra le novità di rilievo, la disponibilità del pulsante Engine Memo Switch che consente di memorizzare i giri motore e di richiamarli rapidamente con un comodo interruttore sulla console destra.

 

La gamma X2 è disponibile in due configurazioni: Standard, nelle versioni piattaforma o cabina, e GE (Ground Effect), solo in allestimento piattaforma, che, con un assetto “ribassato” ottenuto grazie a riduttori posteriori ed assale anteriore dedicati, riduce ulteriormente l’altezza complessiva da terra di cofano e parafanghi, risultando ottimale per lavorazioni sotto chioma o tendone.

La trasmissione con inversore meccanico è disponibile in 12AV+12RM oppure 16AV+16RM se equipaggiata con super-riduttore, con velocità minima di 220m/h.

La cabina FOPS si distingue per il design, il comfort, grazie alle opzioni di aria condizionata, vetro anteriore apribile e autoradio e per l’isolamento acustico e da vibrazioni.

Il serbatoio del carburante ha una capacità di 40 litri mentre la portata idraulica è aumentata a 35 litri/minuto per il sollevamento posteriore e dispone di una pompa dello sterzo dedicata da 20 litri/minuto.

Il sollevatore posteriore, con attacco a tre punti di 1ª categoria, ha una capacità di alzata fino a 1200 kg mentre è di 400 kg la potenzialità del sollevatore anteriore, opzionale con o senza presa di forza da 1000 giri/min. I distributori supplementari sono 3 (2 standard di serie e 1 flottante in opzione). I comandi sono posizionati sulla nuova console. La Presa di Forza meccanica posteriore è disponibile in due velocità: 540 e 540E, oltre alla velocità sincronizzata all’avanzamento. L’assale anteriore a doppia trazione dispone di bloccaggio differenziale ad innesto elettro-idraulico “Hydralock” in entrambe le versioni, STD e GE.

Completamente rivisto lo strumento di bordo, ora digitale, a garanzia di un upgrade tecnologico che fornisce informazioni come diagnostica e segnalazioni, intervalli di manutenzione, dati sulla lavorazione effettuata e consumi carburante.

Sul piano dimensionale si segnalano il peso di 1600kg per la versione con piattaforma, la massa massima ammissibile di 3050kg, il passo di 1790 millimetri e la larghezza minima di 1260mm, con pneumatici posteriori disponibili in configurazioni da 20” e 24” che permettono alla versione GE di contenere le altezze cofano da terra rispettivamente in 1131mm e 1206mm (sulla versione Standard tali misure diventano 1230mm e 1301mm).

È lasciata al cliente finale la scelta di decidere per l’estensione garanzia (fino a 48 mesi o 5000 ore), nonché l’opzione di manutenzione programmata, configurabile in base alle esigenze dell’acquirente.

La gamma McCormick X2 può ospitare l’avanzato sistema telematico di monitoraggio “McCormick Fleet Management”, ideato per controllare l’efficienza del cantiere di lavoro in termini di consumi, ore di lavoro e manutenzione programmata. Il sistema opera mediante un portale dedicato che consente al gestore della flotta di massimizzare l’attività dei propri trattori e di monitorarne i costi di esercizio. Grazie a questa applicazione il trattore risulta a norma con i requisiti previsti dal protocollo “Industria 4.0”, permettendo quindi l’accesso agli incentivi economici previsti dal credito d’imposta 4.0

agricoltura di precisione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi